Una parrocchia che risplende…

Nel racconto del direttore lavori e parroco, il percorso che ha portato alle soluzioni di Coverd per la correzione acustica dei saloni polifunzionali, palestra, aule, sala banda del centro parrocchiale San Martino Vescovo a Veduggio con Colzano (MB).

Correzione acustica e riqualificazione termica della parrocchia dai mille ambienti dalle aule, ai saloni, refettori, alle sale oratorio, alla palestra fino alla sala banda.

In tutti i casi il quesito da risolvere era di tipo acustico, in modo particolare nei locali refettorio, spaziosi per necessità e invasi da un fastidiosissimo riverbero sonoro.

Prove fonometriche

Le prove fonometriche iniziali, eseguite dai tecnici della Divisione Acustica di Coverd utilizzando strumenti ed attrezzature professionali, hanno permesso di quantificare il problema e di progettare il miglior intervento di correzione acustica per ogni singolo ambiente, tenendo conto per le rifiniture e per l’estetica dell’età diversa dei fruitori e delle differenti esigenze didattiche. In questa fase è emerso che non tutti i locali da trattare avevano le stesse caratteristiche e lo stesso livello di riverbero e che dunque ogni ambiente necessitava di un intervento su misura.

Rilievi

Ciò ha confermato ancora una volta l’importanza dei rilievi sul campo al fine di determinare l’obiettivo da raggiungere. I buoni risultati sono stati ottenuti grazie ad un accurato studio di fattibilità con l’utilizzo del sughero biondo naturale Kontro per i controsoffitto e SoKoVerd.C1 per i rivestimenti, che grazie alla facilità di posa e alla vasta gamma di colori disponibili hanno anche consentito soluzioni artistiche e cromatiche adatte ai diversi ambienti.

Intervista a Paolo Riva

Le parole del geometra Paolo Riva, consulente della Parrocchia San Martino a Veduggio con Colzano, inquadrano perfettamente la genesi di un progetto dove niente è stato lasciato al caso, a cominciare dal “bene” dei fruitori.
La ricerca del bello, che funziona, che non fa male e che rispetta l’ambiente circostante: di qui la scelta delle soluzioni architettoniche, dei materiali e dei colori.

Quali erano i problemi da risolvere?

R: ovviamente la scuola dell’infanzia “Maria Immacolata” rappresentava il problema numero uno in materia di vivibilità degli ambienti interni (aule, saloni di ricreazione e refettorio) in quanto la presenza dei bimbi frequentanti la struttura (stabilmente oltre le 100 unità) comportava un livello di pressione sonora e riverbero veramente intollerabile;
da subito si è valutata anche la scelta di insonorizzare altri ambienti dell’oratorio, in primis la palestra, che, nonostante fosse stata realizzata già con pareti interne in blocchi prefabbricati c.d. “cannellati” proprio ai fini dell’assorbimento acustico, presentava ancora problematiche di eco e riverbero che ne rendevano difficile l’utilizzo per manifestazioni extra-sportive quali Sante Messe comunitarie, concerti e simili, di conseguenza si è deciso di valutare anche l’insonorizzazione delle altre sale dell’Oratorio ove si riuniscono gruppi consistenti di persone quali la Sala Don Bosco e il Salone dell’Oratorio femminile, utilizzato anche dalla Scuola dell’Infanzia;

discorso a parte sulla Cappella dell’Immacolata Concezione, utilizzata anche per le prove dei Corpi Musicali (bande e cori, C.D. Sala Banda) in quanto, per la conformazione del soffitto a volta, si è deciso di intervenire solo con un opera di rivestimento parziale delle pareti perimetrali.
Gli interventi sono stati valutati e decisi in sede di Commissione Amministrativa per gli Affari Economici della Parrocchia.

Cosa vi ha fatto scegliere Coverd?

R: è stata eseguita una ricerca, anche con l’ausilio degli strumenti che oggi abbiamo a disposizione come i motori di ricerca che utilizzano la rete Internet, su analoghe problematiche, operatori presenti e soluzioni proposte, quindi anche a seguito dell’esame delle referenze su altri interventi eseguiti dalla Coverd di Verderio Superiore (LC) si è deciso per l’assegnazione dei lavori a quest’ultima. L’esame delle referenze oltre alle verifiche di rito significa che siamo andati direttamente dai committenti a verificare i lavori eseguiti a distanza di anni sentendo e valutando l’opinione massimamente positiva delle persone interpellate.

Quale materiale ha utilizzato Coverd per la realizzazione?

R: i prodotti principali che sono stati utilizzati sono il sughero naturale biondo per la realizzazione dei controsoffitti con il prodotto denominato Kontro e per i rivestimenti a parete la scelta obbligata per qualità e flessibilità è stata il SoKoVerd.C1, questo naturalmente per tutti gli ambienti. I pannelli in sughero naturale  biondo bollito e ventilato di Coverd per la correzione acustica sono il miglior compromesso tra prestazioni elevate, sostenibilità ambientale con riduzione emissioni CO² , risparmio energetico  e comfort abitativo. Inoltre garantiscono un risultato estetico straordinario per soffitti e pareti, grazie alla possibilità non comune di usare a piacere il colore come elemento decorativo.

Avete iniziato con un “piccolo intervento”… perché avete deciso di estenderlo a tutti gli ambienti?

R: sin dall’inizio abbiamo richiesto alla Coverd una valutazione dell’intervento di insonorizzazione che tenesse in considerazione tutti gli aspetti, compreso quello economico, di tutti gli ambienti presi i esamei. Quindi in sede di Commissione Amministrativa si è stabilito di dare massima priorità agli ambienti comunemente utilizzati dalla Scuola per l’infanzia, mantenendo la compatibilità d’esercizio con i periodi di chiusura della struttura. L’esecuzione dei successivi lavori di insonorizzazione è stata decisa tempo per tempo anche in base alle disponibilità finanziarie della Parrocchia, gli interventi sono stati pertanto “spalmati” in un periodo di poco superiore all’anno, mantenendo fermo le priorità amministrative e gestionali.

Le tempistiche, la qualità dei materiali e della posa, i servizi offerti, le garanzie Coverd ed il risultato estetico e funzionale sono state all’altezza delle vostre aspettative e relative esigenze?

R: andando per gradi, le tempistiche come accennavamo poco fa sono state compatibili alle nostre esigenze, la qualità dei materiali utilizzati sicuramente segue di pari passo la fama dell’azienda e l’ineccepibile esecuzione del lavoro da parte di Coverd, pur con tutte le difficoltà che potete immaginare, ci ha favorevolmente impressionato per la professionalità dimostrata.
Dal punto di vista del risultato estetico l’impatto visivo è stato immediato e molto apprezzato da tutti, successivamente si sono evidenziati sensibili miglioramenti per quanto riguarda la vivibilità complessiva, naturalmente dovuta proprio alla correzione acustica e da ultimo, ma non meno importante, anche un sensibile risparmio nei costi di riscaldamento di tutti gli ambienti trattati.

Le persone che fruiscono degli ambienti trattati hanno riscontrato dei benefici tangibili?

R: sono state raccolte impressioni complessivamente molto positive da parte degli utilizzatori degli ambienti, non solo per la correzione acustica ma anche per le soluzioni estetiche e le scelte cromatica che hanno contribuito a valorizzare la nostra struttura rendendoci orgogliosi e gratificati dalle scelte operate.

Le tecnologie e i prodotti di Coverd hanno reso possibile il progetto che ha trasformato gli ambienti secondo la tradizione edilizia in un modello di ristrutturazione bioclimatica e bioedile dove i bambini possono vivere un’esperienza di apprendimento e gli adulti di comfort in locali sani e colorati.

Geom. Massimo Murgioni